Pensioni, due bresciani su tre al di sotto dei mille euro

0

Numeri alla mano, in base al rendiconto 2014, i pensionati bresciani non sono sicuramente d’oro: il 68% delle pensioni erogate tra città e provincia è sotto i mille euro e di queste il 22% non supera i 500. I restanti  si dividono tra chi sta tra i 1000 e i 1.500 euro  (16%) e chi supera i 1.500 (altro 16%). Questi i numeri presentati ieri in Loggia, al salone Vanvitelliano, da Alessandro Casile, direttore provinciale dell’Inps, e dal neopresidente nazionale Tito Boeri. In totale, nella sola provincia di Brescia, sono stati erogati dall’Inps – tra pensioni e cassa integrazione, che è cresciuta del 29% rispetto al 2013 – 4 miliardi di euro.  

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Per le pensioni non ci sono i soldi per mantenere gli extracomunitari si ! Con tutti i vari privilegi … O negli hotel oppure basta che vadano in comune che gli pagano le bollette. Certo loro continuano a fare figli mentre noi non ce lo possiamo permettere.

  2. Diciamolo alla CGIL, forse ci aiuta…a già è VERO NON SIAMO MIGRANTI, abbiamo solo lavorato una vita, abbiamo solo ricostruito l’Italia del dopoguerra.. è GIUSTO CHE CI DIANO UNA PENSIONE DA FAME!

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome