Brescia in pole position per il ripescaggio in serie B. La sfida è aperta

0

Il Parma è fallito e per il Brescia si riaccende la speranza. Una speranza che però dovrà condividere, almeno fino alla decisione della Federcalcio, con la Virtus Entella, l’altra, retrocessa solo dopo i playoff, seguita da Varese, Cittadella e Bassano. Il nodo ora è il criterio che porterà alla decisione. Arriverà da una delibera d’urgenza da parte del presidente Tavecchio o verrà convocato un nuovo consiglio federale ad hoc?

Per ora non è dato sapere anche se la prima ipotesi appare la più probabile e potrebbe essere decisa già domani. A quel punto il presidente della Figc dovrà tenere in considerazione diversi fattori per fare la sua scelta. Innanzitutto la classifica finale dell’ultimo campionato (che vale il 50%), ma anche la tradizione sportiva della città e il numero medio degli spettatori allo stadio negli ultimi cinque anni.

Ma la decisione della Figc non è l’unico ostacolo da superare per il Brescia Calcio. Per iscriversi al campionato di serie B la società calcistica dovrà sborsare 1 milione di euro, cifra non da poco se si considera che è a fondo perduto e che l’amministratore delegato del Brescia, Sagramola, ha ricordato recentemente che per il ripescaggio serve lo sforzo anche dei giocatori, specie di coloro che hanno gli stipendi più alti.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome