Discarica d’amianto di via Brocchi, Faustini rinuncia in cambio di nuove volumetrie

0

La discarica d’amianto di via Brocchi non esisterà più. Per la gioia di comitati e ambientalisti che hanno dedicato più di cinque anni della loro vita a combattere la realizzazione della discarica, il gruppo Faustini ha deciso di abbandonare la partita e lo ha fatto inviando una lettera al Comune nella quale si dice “disponibile a trattare la definitiva rinuncia all’apertura della discarica – ha fato sapere il consigliere del Pd, Fabio Capra, delegato dal sindaco alla questione Parco delle Cave – È iniziata una serrata concertazione, che dovrà concludersi con il sì della Giunta, martedì”. In cambio il cavatore otterrà dal Comune altre superfici edificabili, quasi certamente in zona San Polo. Per abbandonare un progetto che gli avrebbe fatto guadagnare 8 milioni di euro le superfici edificabili devono essere un gran buon affare per il gruppo Faustini.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome