Il presunto pusher di Emanuele e il suo complice a processo a novembre

0

Il processo a carico del 20enne, accusato di aver coperto il coetaneo spacciatore nella vicenda della morte di Emanuele Ghidini, l’adolescente di Gavardo che tre anni fa sotto effetto di si è gettato nel ed è morto annegato, è stato rinviato al 19 novembre prossimo.

Due giorni prima invece si dovrà presentare in aula il quasi 21enne accusato di essere il pusher che ha venduto la droga ad Emanuele. Le accuse a suo carico sono diverse e riguardano quattro episodi di spaccio, di cui uno terminato con la morte di Emanuele.

.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. la colpa è da entrambile parti: spacciatore e compratore, in ultima analisi anche dei genitori che non seguono a sufficienza i loro figli

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome