Accusato di aver ucciso i 15 gatti del cognato dopo una lite, viene assolto

0

Finito a processo con l’accusa di animalicidio è stato assolto il 47enne di Quinzano d’Oglio che, dopo aver litigato col cognato, avrebbe, secondo l’accusa, aizzato il suo cane contro 15 gatti del parente, uccisi uno dopo l’altro. Assolto perché «il fatto non sussiste» dal di Brescia, l’uomo però, come scrive il Giornale di Brescia, rischia un nuovo processo. Il 10 settembre il 47enne avrebbe ucciso, sempre secondo il cognato, altri gatti schiacciandoli col suo trattore. Per questo è stato nuovamente denunciato. 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome