Arresto Mantovani, coinvolto anche un bresciano: l’accusa è collusione

5

Concussione, corruzione aggravata e turbata libertà degli incanti: con queste accuse è finito in carcere il vicepresidente della Giunta regionale lombarda ed ex assessore alla Sanità Mario Mantovani Nell’indagine della Procura di Milano è stato indagato per turbativa d’asta anche l’assessore all’Economia della Regione Lombardia Massimo Garavaglia, ex parlamentare della Lega.

Con Mantovani, arrestato in qualità di senatore, sottosegretario di Stato, assessore regionale alla e sindaco di Arconate all’epoca dei fatti contestati, la ha arrestato il suo collaboratore G. D. C.e un ingegnere del Provveditorato alle opere pubbliche per la Lombardia e la Liguria, A. B.,  già stato arrestato nel 2008 per un caso di presunti appalti truccati in Valtellina. Tra gli altri 12 indagati anche un bresciano, G. T., presidente di una Onlus. Per lui l’accusa sarebbe collusione: cioè avrebbe sollecitato gli assessori perché intervenissero sull’incanto in corso di svolgimento. 

COMMENTI CHIUSI A CAUSA DELLE RIPETUTE VIOLAZIONI DEL REGOLAMENTO DEL SITO 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

5 Commenti

  1. In fondo cosa ha fatto di male? Una mano lava l’altra. Gli elettori danno una mano ed eleggono l’altra mano. Ci van di mezzo i dializzati? Ma chissenefrega ! Diamo in pasto agli elettori un po’ di furterelli degli extra e quelli bevono tutto !! Così va il mondo. O siamo stufi marci?

  2. Solita italietta corrotta e teatrino al quale assistiamo da 150 anni. Prima bisognava fare gli italiani e poi l’Italia. Così non s’è fatto e quindi 150 di corruzione…

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome