Trasferimenti di residenza in Lombardia, i calabresi scelgono Brescia

0

Sono stati oltre 277mila i trasferimenti di residenza  in e più di 263mila i lombardi che hanno trasferito la propria residenza in un altro comune italiano, per un saldo positivo di circa 13mila unità (1,3 trasferimenti ogni mille residenti).  I lombardi, secondo lo studio dell’Ufficio Studi della di Monza e Brianza su dati Istat, che si sono trasferiti per il 61,7% sono rimasti nella stessa provincia, il 22,1% in un’altra provincia della stessa regione, e il 16,2% fuori regione. Il 76,8% è di nazionalità italiana.

 

Guardando al numero dei trasferimenti di residenza tra comuni lombardi, Milano resta l’“America” quasi per tutte le province lombarde: scelta come prima città di destinazione per chi “lascia” Bergamo, Como, Cremona, Lodi, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio e Varese. Mentre Monza e Brianza è la destinazione dei milanesi e dei lecchesi, che partono, lo è per i mantovani e Bergamo per i bresciani.

Le province lombarde in cui il saldo migratorio, vale a dire la differenza tra iscrizioni e cancellazioni per cambi di residenza, è più alto sono Como (2,9 trasferimenti ogni mille abitanti), Milano (2,1) e Pavia (1,9).  Sondrio e Lecco sono le uniche province che perdono residenti: rispettivamente -0,3 e -0,1 per mille.

A Milano si trasferisce 1 monzese su 5 che ha cambiato residenza. Verso il capoluogo lombardo arrivano anche da fuori regione, circa 1 su 10 di chi si trasferisce da Barletta va a Milano, percentuale elevate anche da Novara (l’8,3% sul totale dei trasferimenti dei novaresi). A Como, Lecco e Bergamo arrivano principalmente dalle province lombarde confinanti. Mantova attira italiani da Reggio Emilia, Verona e Rovigo, mentre i calabresi in Lombardia scelgono Brescia (da Reggio Calabria), Monza e Brianza (da Vibo Valentia) e Varese (da Crotone). 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome