Omicidio-sucidio, i famigliari di Marinella: la malattia di lui non centra con il delitto

0

Emergono nuovi particolari dell’omicidio-suicidio avvenuto lunedì sera in città. E’ il Giornale di Brescia a riportare le parole della famiglia di Marinella Pellegrini, accoltellata a morte dal marito, Paolo Piraccini, 56 anni, che dopo averla quasi decapitata si è tolto la vita imboccando l’autostra A4 e scontrandosi con un Tir.

I famigliari della donna, che vivono nella grande casina di Bagnolo Mella, sono disperati non solo per la sua morte ma perché si sarebbe potuta evitare: “Marinella voleva allontanarsi dal marito e lui questo non lo accettava. La malattia (di Paolo Piraccini, ndr) non c’entra nulla con quanto accaduto”. Da quanto raccontano l’assassino tre anni fa aveva avuto un tumore “dal quale è guarito Lui però continuava a sentirsi un malato. Era sempre aggressivo. Purtroppo quanto accaduto non è stato un fulmine a ciel sereno”.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome