Pennarello esplosivo nella biblioteca di Rezzato, Piccioli resta in carcere

0
Carabinieri
Carabinieri

Resta in carcere Augusto Piccioli, il 69enne, accusato di aver fabbricato il pennarello contenente esplosivo che  gli scoppiò in mano la mattina 4 marzo nella biblioteca comunale di Rezzato. Il tribunale del Riesame ha rigettato l’istanza di scarcerazione presentata dal suo avvocato. Per l’accusa l‘uomo avrebbe fabbricato il pennarello per creare allarme, mentre l’uomo mantiene la sua difesa, sostenendo di aver ricevuto la micro bomba per posta.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e , sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome