Christo come Re Mida. La passerella porterà un indotto di 49milioni

    0

    Una d’oro è quella che starebbe per abbattersi su lago d’Iseo e dintorni grazie al genio di Christo, l’autore di "The ", il ponte galleggiante che dal prossimo 18 giugno accenderà i riflettori internazionali sul .  

    Secondo i calcoli della società di marketing Jfc l’indotto sarà di 49 milioni di euro, in media 3 al giorno, con un’impennata del brand del lago fino a 5 miliardi di euro. Si prevedono 250mila turisti, di cui la stragrande maggioranza in arrivo per la prima volta in zona.

    close
    La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Francamente non capisco tutti questi calcoli economici, queste previsioni di grandi affari, questi numeri sul pienone degli alberghi, sulle case affittate a cifre astronomiche, questa, insomma, mercificazione. Ma non si tratta di grande arte, di un’opera di un grande artista contemporaneo, di un evento culturale? Non si dovrebbe parlare e scrivere del significato profondo di questa installazione, dei suoi rapporti con l’arte contemporanea e con quella passata, dell’evoluzione che rappresenta nei modelli consolidati di percezione, ecc..? O ci accontentiamo (Christo compreso) dei denari che porta?

    2. per dirne una, non è diventato famosissimo nè milionario all’epoca sua e, parlando d’arte, non si arragiava poi malissimo col pennello. Ecco, ora abbiamo grandiose opere d’arte, passeggiate sulla plastica e chioschi a 1.000 euro al dì. Ah, l’arte moderna.

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome