Ungari, totonomi per la successione. La nuova presidente sarà donna?

0

E’ già partito il toto nomi per la successione di Giuseppe Ungari alla presidenza del consiglio comunale di Brescia, un incarico molto ambito anche per l’indennità di carica che comporta. Alla base della decisione dell’ex esponente della Margherita ci sarebbero motivazioni personali, anche se esponenti dell’opposizione hanno alluso – a mezzo – a divergenze con il sindaco suscitando le ire di Del Bono. Ora però c’è da trovare un successore. Nelle file del Pd. La prima dei papabili è l’ex diessina Laura Parenza, che riveste anche il ruolo di presidente pro tempore in quanto consigliere anziano. Ma il suo nome potrebbe non essere troppo gradito al sindaco, che la prima volta le preferì proprio Ungari. In alternativa c’è chi scommette su un giovane o – come avvenuto in tutte le ultime tornate – su una donna (oltre alla Parenza ci sono Anna Braghini, Lucia Ferrari, Anita Franceschini, Giovanna Foresti, Laurà Sandonà e Diletta Scaglia), mentre il capogruppo avrebbe confermato di voler mantenere un ruolo più politico.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. non sappiamo se sarà donna o uomo, m una cosa si sa chiaramente, dovrà essere una persona disposta ad abbassarsi a tutto per non scontrarsi con il nervosetto primo cittadino….. Avanti quindi persone senza spina dorsale, senza idee proprie! E’ il vostro momento!

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome