Canone tv, Mottinelli incontra il Governo: potenziare il segnale in montagna

0

Il Presidente della di Brescia, , nonché Presidente della Commissione Nazionale ANCI, ha incontrato ieri a Roma il Sottosegretario di Stato del Ministero dello Sviluppo Economico con delega alle comunicazioni Antonello Giacomelli, in merito al tema del canone RAI, la cui fatturazione, da quest’anno, è accorpata a quella dell’utenza elettrica.

La Provincia di Brescia si è infatti adoperata sin da subito, sollecitando sia il Governo sia la Direzione Rai, per essere portavoce dei numerosi sindaci che segnalavano alla Provincia troppi, inaccettabili, disservizi nella ricezione dei canali televisivi.

"Ho fatto presente all’On. Giacomelli – ha dichiarato il Presidente Mottinelli – quanto sia fondamentale che il gettito maggiore ottenuto con l’inserimento dell’imposta per il possesso della tv nella bolletta elettrica sia destinato al potenziamento del segnale nelle zone montane, un obiettivo necessario per un Paese moderno, con un servizio televisivo pubblico capace di raggiungere tutti i territori, tutti i cittadini.  Non è corretto essere obbligati a pagare il canone, se non si può usufruire del servizio. Raccogliendo dunque le segnalazioni degli amministratori i cui cittadini subiscono questo disagio –  ha concluso il Presidente Mottinelli –  la Provincia di Brescia, quale “Casa dei Comuni” ha chiesto al Governo, nella persona dell’On. Giacomelli, che si è dimostrato attento e sensibile al problema, di potenziare le infrastrutture per la trasmissione del segnale, in modo da trovare soluzioni concrete per la copertura del servizio anche nelle zone interne montane. Il Sottosegratario ha dichiarato che entro la fine dell’anno sarà rinnovata la concessione del servizio alla RAI e che nel nuovo contratto sarà chiesto alla RAI di coprire il 100% del territorio italiano. Una moderata soddisfazione rispetto a un problema sul quale continueremo a vigilare”. 

close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome