Toscolano, gli animalisti rovinano la festa… del cinghiale

Un esposto della Lega per l'abolizione della caccia, infatti, ha provocato l'intervento dei carabinieri di Vobarno, accompagnati da un veterinario dell'Ats

0

Festa con cinghiale con finale amaro a Sanico di Toscolano Maderno, sul lago di Garda. Un esposto della Lega per l’abolizione della caccia, infatti, ha provocato l’intervento dei carabinieri di Vobarno, accompagnati da un veterinario dell’Ats. E per gli organizzatori (i cinghialai del Garda della squadra Z6-S1) – secondo quanto riportato da Bresciaoggi – potrebbero essere guai. La legge nazionale sulla caccia, infatti, vieta il commercio della selvaggina, consentendone l’utilizzo solo in iniziative private e senza scopo di lucro. Il blitz si sarebbe così concluso con due denunce: una per il commercio di selvaggina (circostanza che erano stati gli stessi organizzatori, in totale buona fede, a rendere pubblica) e l’altra per la macellazione avvenuta, pare, fuori dai circuiti ufficiali. Ma i militari hanno deciso di sequestrare la carne, lasciando così che la festa proseguisse “serenamente”.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome