Medici, eletti i vertici regionali: c’è anche la bresciana Antonini

I Presidenti degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Lombardia, riuniti a Pavia lo scorso 3 febbraio, hanno rinnovato gli incarichi interni alla Federazione Regionale degli Ordini eleggendo Presidente il Dott. Gianluigi Spata

0
Ordine dei medici
Un medico, foto generica

I Presidenti degli Ordini dei Chirurghi e degli Odontoiatri della Lombardia, riuniti a Pavia lo scorso 3 febbraio, hanno rinnovato gli incarichi interni alla Federazione Regionale degli Ordini eleggendo Presidente il Dott. Gianluigi Spata, Vice Presidente il Dott. Pierfranco Ravizza, Presidente della componente odontoiatrica il Dott. Jean Louis Cairoli.

A rappresentare i medici bresciani in seno alla Federazione lombarda è stata confermata la dottoressa Luisa Antonini, vicepresidente dell’Ordine dei Medici di Brescia.

La riunione si è svolta in un clima di collaborazione collegiale fondata sulla condivisione dei temi sostanziali che caratterizzano la presenza della professione nella nuova organizzazione sanitaria che si sta delineando con l’applicazione della riforma lombarda.

“Già nella riunione odierna – ha dichiarato Gianluigi Spata – abbiamo deciso di inviare alla Regione una lettera aperta sulla cronicità, relativa all’applicazione della delibera sulla gestione della cronicità”, sulla linea di quanto già richiesto in data 28 giugno 2017. “Altri temi urgenti – ha aggiunto Spata – che intendiamo portare all’attenzione della Regione Lombardia sono il problema della carenza di medici e della necessità di adeguare ai reali fabbisogni i posti nelle specialità e nel corso di formazione specifica in medicina generale, ove è necessaria una effettiva equiparazione anche economica alle altre specialità.” Per la componente odontoiatrica, Jean Louis Cairoli dichiara: “Intendiamo inizialmente portare all’attenzione della Regione le criticità riguardanti il ruolo del Direttore Sanitario, l’abusivismo e la pubblicità sanitaria”. La Regione deve prendere atto del fatto che non si può fare una buona sanità senza i medici.

Clicca per votare questo post
[Total: 0 Average: 0]

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome