S’impicca in casa, i carabinieri raccolgono informazioni

Il sospetto è che il giovane fosse vittima di vessazioni da parte dei coetanei. Ma è ancora tutto da verificare e al momento non vi sono provvedimenti a carico di nessuno

0

I Carabinieri di Gardone Valtrompia stanno raccogliendo informazioni sulla morte di uno studente di 20anni resiente nella bassa valle, morto dopo tre giorni di agonia. Il giovane si era impiccato in (proprio come il piccolo di otto anni di cui hanno parlato tutti i giornali nelle scorse ore), ma all’arrivo dei soccorritori era ancora in vita: purtroppo non ce l’ha fatta nonostante i tentativi di rianimazione dei medici. Ancora da chiarire le motivazioni del gesto, ma – secondo quanto riporta Bresciaoggi – i militari dell’Arma avrebbero già disposto alcuni accertamenti sul contesto in cui è maturato il tragico gesto. Il sospetto, infatti, è che il giovane fosse vittima di vessazioni da parte dei coetanei. Ma è ancora tutto da verificare al momento non vi sono provvedimenti a carico di nessuno.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e , sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome