Trenord sempre più nel caos, Balotta: Fontana apra dossier ferrovie

La richiesta: il neo Presidente della Regione deve aprire il dossier ferrovie perché è inaccettabile che nella più grande regione italiana venga reso un pessimo servizio ferroviario

1

“Trenord è sempre più in crisi e allo sbando. Il neo Presidente della Regione Attilio Fontana deve aprire il dossier ferrovie perché è inaccettabile che nella più grande regione italiana  venga reso un  pessimo servizio ferroviario”. A dirlo con una nota è Dario Balotta, ex responsabile di Legambiente Sebino ed ex candidato di Leu in Regione.

“La manutenzione dei convogli  è paralizzata”, incalza Balotta, “ogni giorno vengono soppressi un centinaio di treni e i ritardi si accumulano sempre più.  Le proteste dei pendolari  esasperati sono generalizzate su tutte le 21 direttrici regionali. I continui scioperi  dimostrano  che sono scadenti  anche le relazioni industriali, che dopo la nascita di Trenord nel 2012 dovevano diventare un modello innovativo per tutto il territorio nazionale. Invece la  regione lombardia  è diventata  quella più colpita dagli scioperi  rendendo ancor più pesanti i disagi quotidiani dei pendolari”.

“A nulla – conclude l’ambientalista – è valso l’arrivo in Trenord dall’Alitalia di un  nuovo direttore del personale Antonio Cucuini.  Anch’esso come i precedenti ha deciso che nelle giornate di sciopero è meglio cancellare tutti i treni anche se la percentuale  di scioperanti  è inferiore al numero di treni cancellati. Le sale “riserva” del personale oggi erano brulicanti di ferrovieri ma Trenord, ancora una volta, non è stata in grado di tenere in piedi un servizio minimo di collegamenti”.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome