Balotelli sfida ancora la Lega: sarà testimonial alla festa dell’Orgoglio Migrante

Supermario, infatti, ha deciso di scendere in campo in uno dei luoghi simbolo del Carroccio, Pontida, dove sabato 16 giugno si terrà il Festival dell’Orgoglio Migrante e Antirazzista

3
Mario Balotelli indossa una maglietta contro il razzismo
Mario Balotelli indossa una maglietta contro il razzismo

Il calciatore bresciano Mario Balotelli continua la sua sfida a distanza con il leader della Lega, e neoministro dell’Interno, Matteo Salvini. Supermario, infatti, ha deciso di scendere in campo in uno dei luoghi simbolo del Carroccio, Pontida, dove sabato 16 giugno si terrà il Festival dell’Orgoglio Migrante e Antirazzista.

In particolare Balotelli ha deciso di autografare alcune magliette dell’evento, che saranno date in premio ai vincitori del torneo di “meticcio e antirazzista” che si terrà durante l’evento. un torneo di calcio in programma durante la giornata.

Nel frattempo nel piccolo Comune infuria la polemica per la decisione del sindaco, leghista, di firmare un’ordinanza per chiudere scuole, e uffici pubblici in occasione dell’evento, con il contestuale divieto di vendita di alcolici e di bevande in vetro e lattine dalle 8 alle 24.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

3 Commenti

  1. Come stella del calcio si sta molto rapidamente spegnendo al punto che il suo procuratore-boss Raiola è ormai in difficoltà a trovargli un normale (sempre parlando di calciatori) posto di lavoro rispetto agli splendori passati in squadroni come Inter, Manchester City, Milan o la stessa Nazionale, oggi guidata da Mancini, dove è riapparso in un paio di partite per riscomparire rapidamente. E quindi la poca luce riflessa che gli resta è giusto che se la giochi da “orgoglioso migrante”.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome