Fratelli con l’auto nella scarpata: uno muore, l’altro è salvo

Poco prima delle 19 e a poca distanza dalla baita, infatti, la Fiat Multipla su cui viaggiavano i due fratelli è finita in una scarpata

0
Sono finiti in una scarpata a pochi passi dalla meta che avevano deciso di raggiungere e dove mogli, figli e parenti li attendevano per cena.
Ha avuto un drammatico epilogo il viaggio di Fausto Arzaroli, 69 anni, e del fratello 64enne Dario verso la baita a quota 1600 metri a Cuel sulla Mola, nei pressi di Edolo.
Poco prima delle 19 e a poca distanza dalla baita, infatti, la Fiat Multipla su cui viaggiavano i due fratelli è finita in una scarpata.
Sono ancora da chiarire le ragioni per cui il veicolo si sia avvicinato pericolosamente al ciglio della strada, finendo poi per rotolare per almeno 60 metri giù dalla scarpata e terminare la corsa addosso ad un albero.
Disastrose le conseguenze: il fratello più grande, Fausto, è rimasto intrappolato nell’auto ed è deceduto, mentre Dario è stato sbalzato fuori dal veicolo ed ha riportato gravi ferite.
A chiamare i soccorsi una donna che passeggiava in cerca di funghi. Sul posto sono intervenuti un’ambulanza, i Vigili del fuoco di Edolo e Darfo, i tecnici del Soccorso alpino e l’eliambulanza, che ha trasportato Dario Arzaroli all’ospedale Civile.
L’uomo ha riportato numerose fratture, ma non è in pericolo di vita.
close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome