Editoria? Settore in crisi, ma nel Bresciano le imprese sono più di mille

Nella provincia di Brescia i dati dicono che sono attive 58 realtà editoriali (giornali, web, radio e tv), 21 di "programmazione e trasmissione" e sette agenzie di stampa, mentre le edicole e cartolerie sono 474

0
Giornali
Giornali

La crisi si sta facendo sentire in questo settore più che in altri e nella stampa come nelle librerie sono più le realtà che riducono gli organici di quelle che assumono. Nonostante questo, il settore dell’editoria sembra aver trovato nuove vie per creare occupazione. A dirlo sono i dati Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza  Lodi  su dati del registro imprese al secondo trimestre 2018 e Aida.

EDITORIA E MEDIA, I DATI NAZIONALI

Nel settore media, editoria, tv e video, sono 63 mila le imprese in Italia e 245 mila gli addetti. Per imprese, prime Roma con circa 6 mila e Milano con oltre 5 mila, ma anche Napoli e Torino con circa 3 mila, Bari, Firenze, Salerno, Bologna, Catania, Palermo, Genova con oltre mille.  La Lombardia è prima in Italia per numero di addetti, ne conta circa uno su quattro (51 mila). Roma e Milano hanno oltre 30 mila addetti. Milano, con 12 miliardi di fatturato nel settore, pesa quasi la metà sul totale nazionale di 28 miliardi. In Lombardia, dopo Milano ci sono Brescia, Bergamo e Monza con quasi mille imprese, Varese con oltre 700, Como con oltre 500. A Bergamo circa 5 mila gli addetti.

IL DATO BRESCIANO SUI MEDIA

Nella provincia di Brescia i dati dicono che sono attive 58 realtà editoriali (giornali, web, radio e tv), 21 di “programmazione e trasmissione” e sette agenzie di stampa, mentre le edicole e cartolerie sono 474.

Complessivamente il settore editoria, nel Bresciano, occupa 3.042 persone, comprendendo però anche le attività di “Stampa e riproduzione di supporti registrati”, “Commercio al dettaglio di libri in esercizi specializzati” (le librerie) e “Commercio al dettaglio di registrazioni musicali e video in esercizi specializzati”. Le attività editoriali danno lavoro a 424 persone, 100 le attività di trasmissione e tre le aziende di stampa.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome