Frutta e verdura nei sacchetti non bio, multe salate per tre negozianti

Per i tre negozianti sono scattate le sanzioni amministrative pari a 5 mila euro ciascuno e il sequestro dei sacchetti irregolari

0

Aveva fatto molto discutere l’introduzione dell’obbligo di utilizzo dei sacchetti biodegradabili per l’acquisto di frutta e verdura e altri prodotti alimentari, ma i consumatori sembrano essersi ormai adeguati alla novità.

Chi non si è adeguato, invece, è qualche commerciante. Almeno tre – lo rivela Bresciaoggi – quelli beccati dalla Polizia Locale di Brescia su segnalazione dei cittadini.

Gli agenti hanno verificato i tre negozi segnalati e hanno potuto accertare che in essi si utilizzavano ancora i sacchetti di plastica normali, non quelli richiesti dalla nuova norma.

Per i tre negozianti, due hanno l’attività commerciale in centro, uno a Chiesanuova, sono scattate le sanzioni amministrative pari a 5 mila euro ciascuno e il sequestro dei sacchetti irregolari.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome