Blitz anti-immigrazione clandestina, libero il tunisino in carcere a Brescia

Il tunisino, residente a Ome, era stato accusato di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina ed era finito in carcere al Nerio Fischione

0
L'interno di un carcere
L'interno di un carcere

È stato scarcerato l’uomo tunisino che due giorni fa era stato fermato dai carabinieri perchè coinvolto nella maxi operazione antiterrorismo e contro l’immigrazione clandestina.

Il tunisino, residente in Franciacorta, era stato accusato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina ed era finito in carcere, al Nerio Fischione (ex Canton Mombello), perchè nel 2017 avrebbe aiutato una connazionale ad andare in Francia.

I fatti erano avvenuti a Palermo, dove l’uomo aveva incontrato una ragazza tunisina che si trovava in difficoltà. Aveva quindi deciso di aiutarla facendosi inviare dai parenti della giovane il denaro necessario al viaggio per raggiungere la Francia. Secondo la testimonianza del tunisino si sarebbe trattato soltanto di un gesto di solidarietà e non vi sarebbe stato nessun interesse da parte sua, nè vi sarebbero collegamenti con realtà terroristiche.

Il Gip ha recepito la testimonianza dell’uomo e non ha convalidato il fermo e ha dichiarato l’incompetenza territoriale. Sarà in caso la Dda di Palermo a dare seguito alla vicenda.

close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome