Soldi da Elnòs: Travagliato, Torbole e Castel Mella allo scontro con Roncadelle

I sindaci: Elnòs ha aperto da circa due anni, ma le opere e gli interventi di compensazione previsti sono rimasti sulla carta

1
Il sindaco di Travagliato Renato Pasinetti, quello di Torbole Casaglia Roberta Sisti e quello di Castelmella Giorgio Guarneri
Il sindaco di Travagliato Renato Pasinetti, quello di Torbole Casaglia Roberta Sisti e quello di Castelmella Giorgio Guarneri, foto d'archivio

Elnòs ha aperto da circa due anni, ma le opere e gli interventi di compensazione previsti sono rimasti sulla carta. A denunciarlo sono stati oggi – con una conferenza stampa convocata nel piazzale del centro commerciale – il sindaco di Travagliato , quello di Torbole Casaglia Roberta Sisti e il primo cittadino di Castelmella Giorgio Guarneri, che hanno puntato il dito contro il sindaco di Roncadelle Damiano Spada (destinatario di “continui solleciti”), denunciando il mancato rispetto degli accordi e chiedendo l’immediata convocazione del tavolo congiunto per decidere il da farsi.

Se Roncadelle non lo farà, minacciano ancora i sindaci, i tre Comuni si riservano di convocare loro quel tavolo, ma anche di “difendere su ogni tavolo e nelle opportune sedi gli interessi dei nostri cittadini”.

La torta che Roncadelle dovrebbe dividere con i comuni limitrofi, del resto, non è da poco. La Convenzione tra Comune di Roncadelle e costruttore centro commerciale Elnos, infatti, prevede che la società gestrice riservi il 50% delle assunzioni a tempo indeterminato nel centro commerciale a favore di soggetti residenti nei Comuni contermini. Ad oggi, dopo 22 mesi dall’apertura, nonostante le richieste, non siamo ancora riusciti ad avere i dati assunzionali da parte del gestore”, commentano i sindaci.

Ma nelle carte c’è anche l’impegno “a riservare una percentuale superiore al 15% del totale delle referenze che saranno attivate nell’insediamento commerciale in progetto, a prodotti locali lombardi per un periodo minimo di tre anni” e “a promuovere, per un minimo di tre anni, due specifiche iniziative all’anno preordinate alla valorizzazione dei prodotti e delle eccellenze lombarde, mediante messa a disposizione gratuita ad Enti ed Associazioni di spazi e stand interni all’insediamento commerciale”.

A questo si aggiunge ancora un contributo di 800mila euro in tre anni, “destinato alla promozione di azioni per lo sviluppo delle micro e piccole commerciali operanti nel Comune di Roncadelle e dei comuni contermini, da suddividere tra i comuni di comune accordo tramite il previsto tavolo congiunto”. Oltre a 10mila euro di buoni spesa e a 15mila euro per l’organizzazione di corsi di formazione.

Infine il soggetto attuatore si impegna a versare 600mila euro di oneri aggiuntivi in tre anni (Roncadelle si è impegnato a destinarli al completamento del raccordo Brebemi Ramo P con Via Santa Giulia) e altri 162mila per la pista ciclabile di via Santa Giulia.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome