Bloccati in casa chiamano i Vigili del fuoco, pusher arrestati dai carabinieri

Mentre la donna e l'altro uomo sono stati denunciati, il 34enne è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di droga

1
vigili del fuoco
BRESCIA - Vigili del fuoco - diritti Andrea Tortelli www.bsnews.it

Fa sorridere la vicenda che ha per protagonisti due pusher che, lunedì sera, sono rimasti bloccati in un appartamento a Piancogno a causa di un guasto alla serratura della porta d’ingresso. dopo essere statio liberati sono stati… arrestati.

I due si trovavano all’interno dell’abitazione di una cliente, mentre la donna era fuori. La porta d’ingresso è rimasta bloccata senza possibilità alcuna di aprirsi. Ignara forse che sarebbero stati allertati anche i carabinieri, la donna ha quindi chiamato i Vigili del fuoco.

Arrivati sul posto, i Vigili hanno rotto una finestra e sono entrati nell’appartamento insieme ai carabinieri, che si sono così occupati dell’identificazione delle persone presenti. Una delle tre era già nota alle forze dell’ordine: si tratta di un 34enne da poco residente in Svizzera.

I carabinieri hanno controllato l’auto dell’uomo, che era parcheggiata fuori, e hanno trovato un involucro contenente 100 grammi di marijuana. La donna custodiva in borsa invece una cifra pari a tremila euro in contanti.

Mentre la donna e l’altro uomo sono stati denunciati, il 34enne è stato arrestato per detenzione ai fini di di droga. L’arresto è stato convalidato dal di Brescia. Il giudice ha rinviato l’udienza in attesa delle analisi di laboratorio sulla sostanza stupefacente rinvenuta nell’auto e sequestrata.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome