Roncadelle, ancora tensioni nel campo dei sinthi

Diverse persone avrebbero ostacolato i tecnici comunali impegnati nei rilievi, tanto da rendere necessario l'intervento delle forze dell'ordine

0
Polizia e Carabinieri in azione a Brescia
Polizia e Carabinieri in azione a Brescia, foto da ufficio stampa

Ancora tensione, nelle scorse ore, nel terremo agricolo di Roncadelle su cui da cinque anni risiede una famiglia sinthi. Il Comune, infatti, aveva disposto la rimozione di asfalto, ghiaia e di un container (ritenuti incompatibili con la destinazione dell’area di via Ghislandi) e inutile è stato il ricorso degli occupanti, a cui il Tar nei giorni scorsi ha dato torto. Ma quando giovedì i tecnici dell’amministrazione si sono recati sul posto per verificare il rispetto delle prescrizioni – secondo quanto riferisce Bresciaoggi – a ostacolarli sarebbe intervenuta una ventina di persone, tanto da rendere necessario l’intervento di tre volanti della e altrettante gazzelle dei Carabinieri. Ora restano da capire i prossimi sviluppi della vicenda, che nella vita roncadellese tiene banco dal lontano 2013 e su cui quest’anno si sono riacuite le polemiche.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e , sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome