Il vino lombardo vola nei bicchieri: nel 2018 produzione cresciuta del 55 per cento

"Nell’ambito della riforma regionale sugli agriturismi modificheremo la norma per avere negli agriturismi il 100% di vino lombardo"

0
La conferenza di presentazione dei dati sul vino in Lombardia alla cantina Lazzari di Capriano del colle
La conferenza di presentazione dei dati sul vino in Lombardia alla cantina Lazzari di Capriano del colle

“La produzione di uva e di nel 2018 in Lombardia fa segnare uno straordinario +55% rispetto al 2017. Se è vero che due anni fa si erano verificate condizioni climatiche particolarmente difficili, è anche vero che in termini assoluti il 2018 fa segnare il record produttivo degli ultimi cinque anni”. Lo ha detto , assessore regionale lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi che questa mattina a Capriano del Colle (BS), nell’azienda agricola Lazzari ha presentato i numeri relativi alla produzione vitivinicola nel 2018. I dati registrano 1 milione e 578 mila ettolitri di prodotto (+55% sul 2017) e 2 milioni e 415 mila quintali di uva raccolta (+56%) su una superficie di 21.214 ettari.

“Il prossimo obiettivo è chiaro: nell’ambito della riforma regionale sugli agriturismi modificheremo la norma per avere nelle strutture lombarde il 100% di vino lombardo” ha aggiunto Rolfi. “Dovremo lavorare anche con il mondo della ristorazione per migliorare il posizionamento dei nostri vini nelle liste proposte”.

“La Lombardia è una terra sempre più conosciuta a livello internazionale anche sotto il profilo vitivinicolo. Nel 2017 abbiamo fatto il record storico di esportazioni e i dati 2018 saranno ancora migliori. La Regione è impegnata ad aiutare le aziende nel processo di internazionalizzazione: il 18 marzo saremo a Dusseldorf con gli organizzatori della Milano WINE Week per una serata dedicata al vino lombardo nell’ambito di Prowein, un riferimento mondiale per le fiere di settore”.

“Il nostro vino è riconosciuto per la qualità. Dobbiamo puntare sempre di più sulla distintività delle bottiglie e sul legame indissolubile con i territori” ha concluso l’assessore.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome