Champions, l’An Brescia perde anche la finale per il quinto posto

Nell’ultimo impegno dell’anno, ovvero la finale per il quinto posto in Champions League, la squadra di Bovo viene superata per 13 a 12 dallo Jug Dubrovnik

0
Mladjan Janovic Brescia delusione AN Brescia PH Fotolive/ Andrea Staccioli/Deepbluemedia/Insidefoto
Mladjan Janovic Brescia delusione AN Brescia PH Fotolive/ Andrea Staccioli/Deepbluemedia/Insidefoto

Anche se con una sconfitta, è comunque positiva la chiusura di stagione dell’An Brescia: nell’ultimo impegno dell’anno, ovvero la finale per il quinto posto in Champions League, la squadra di Sandro Bovo viene superata per 13 a 12 (4-3, 4-4, 2-2, 3-3, i parziali) dallo Jug Dubrovnik, al termine di una prova in cui, ancora una volta, la determinazione e la tenacia dei biancazzurri, hanno fatto bella mostra di sé. Contro uno dei team più prestigiosi dello scenario internazionale, l’An ci mette volontà e pure sostanza tecnica. Un paio di sbavature in copertura (un po’ troppo spazio lasciato a Fatovic e Jokovic), permettono ai croati di guadagnarsi il gol di vantaggio che, poi, deciderà la contesa; ma, come anticipato, per quattro tempi, Presciutti e compagni giocano alla pari con i rossoblu dalmati, rispondendo con decisione a ogni tentativo di allungo degli avversari, contribuendo da protagonisti nel dare vita a una partita ricca di gol e con più di una giocata spettacolare come la delicata palomba realizzata da Valerio Rizzo in apertura del secondo tempo (uguale a quella messa a segno, contro il Szolnok, nella Final Eight 2018), come l’altra palomba siglata da capitan Presciutti (dalla mano buona, in superiorità) nel terzo periodo, o come il morbido tiro di Luka Loncar che ha deciso il match a 26 secondi dall’ultima sirena. A dare il suo valido contributo, pure Stefano Morretti, entrato a sostituire Marco Del Lungo dopo il cambio di panchine, e autore di almeno tre significativi interventi.

«Al di là del risultato – dichiara il presidente, Andrea Malchiodi -, sono contento della prestazione fornita in questo ultimo appuntamento stagionale: il valore della posta in palio era abbastanza relativo, però era comunque una passerella con una delle più forti formazioni e ci siamo distinti per impegno e qualità, onorando fino in fondo la principale rassegna della pallanuoto europea. Più in generale, abbiamo disputato un’ottima Final Eight, perdendo di un gol con i finalisti nonché campioni in carica. Le ultime performance sono state le migliori da otto anni a questa parte, esprimendo il giusto mix di qualità ed esperienza; da ora, si comincia a lavorare per la prossima stagione».

«Anche oggi era difficile trovare motivazioni consistenti – dice il tecnico biancazzurro, Bovo -, ma siamo riusciti a tirar fuori una buona partita. Complessivamente non abbiamo centrato titoli però abbiamo centrato le finali della scena nazionale e la Final Eight, il bilancio non è per niente negativo».

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome