Padre accusato di aver derubato figlio tetraplegico: dal conto mancano 200 mila euro

Ad accusare l'80enne sarebbe stata la nipote, che a partire dal 2009 avrebbe iniziato a notare strani ammanchi di denaro nel conto del padre

0
Soldi
Soldi - foto generica da Pixabay

È stato accusato di peculato aggravato continuato l’uomo di quasi 80 anni residente in Valle Sabbia che avrebbe derubato il figlio, paraplegico a causa di un drammatico incidente, sottraendogli una somma che si aggira sui 200 mila euro.

Come spiega Il Giorno Brescia, l’anziano era stato nominato amministratore di sostegno del figlio, ma anzichè occuparsi del suo benessere l’uomo ha preferito curare i propri interessi economici.

Ad accusare l’80enne sarebbe stata la nipote, che a partire dal 2009 avrebbe iniziato a notare strani ammanchi di denaro nel conto del padre. L’uomo avrebbe anche acquistato dei mobili che inizialmente dovevano essere destinati alla casa del figlio: con il denaro l’80enne ha invece arredato la propria casa. Le accuse, però, sono ancora tutte da dimostrare nelle sedi opportune.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome