Cinema Brescia, dal 29 agosto al via la 12esima stagione del Nuovo Eden

Tre prime visioni, l’ultimo appuntamento con il Brescia Photo Festival e Easy Rider tra i primi appuntamenti da non perdere

0
Cinema Nuovo Eden Brescia

Ancora pochi film per chiudere l’edizione 2019 di Future Visioni, la rassegna estiva organizzata dalla Fondazione Brescia Musei | Nuovo Eden presso il Giardino dell’eden in Castello a Brescia, ed il Nuovo Eden è già pronto per inaugurare la sua dodicesima stagione e a riconfermarsi come polo cinematografico e culturale per la città.

Giovedì 29 agosto la sala di via Nino Bixio tornerà infatti ad aprire le porte al pubblico, sempre all’insegna del di qualità, con rassegne, prime visioni, titoli dai più importanti festival internazionali e grandi cult.

Tre le prime visioni in programma, la prima proprio giovedì 29 e venerdì 30 agosto sarà l’opera di Kristian Gianfreda, Solo cose belle, una commedia brillante e divertente ispirata alla vita delle Case Famiglia dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, che parla di attenzione verso gli altri e di rispetto e integrazione degli “ultimi”, di chi è considerato “sbagliato” e diverso.

Il film racconta la storia di Benedetta, una popolare ragazza sedicenne figlia del sindaco, e del suo incontro con una bizzarra casa famiglia, appena arrivata nel suo piccolo paese dell’entroterra riminese. Sarà proprio Benedetta – anche attraverso la sua storia d’amore con Kevin, uno dei ragazzi della casa – a guidare il pubblico in un mondo ai margini, in cui tutti sembrano “sbagliati” o “difettosi”, ma in realtà sono solo davvero umani.

Da giovedì 5 a lunedì 9 settembre arriva invece al Nuovo Eden l’opera prima di Margherita Ferri, Zen sul ghiaccio sottile, presentata lo scorso anno alla Mostra del Cinema di Venezia nella sezione Biennale College: una storia di formazione, che segue il percorso emotivo di Maia, detta Zen, un’adolescente in cerca della propria identità di genere, per questo incompresa e bullizzata dai propri coetanei. Unica femmina della squadra di hockey locale, spinta dal bisogno di uscire dai ruoli che la piccola comunità in cui vive l’ha forzata ad interpretare, inizierà un percorso alla ricerca della propria identità e sessualità, liquida e inquieta come solo l’adolescenza sa essere.

Da venerdì 6 fino a mercoledì 11 settembre, sempre in prima visione per Brescia, sarà in programma la divertente commedia degli attori francesi Roman Bohringer e Philippe Rebbot, L’amour Flou – Come separarsi e restare amici: un film che racconta la loro storia di separazione, che rimette in scena una serie di situazioni  che sono loro capitate nella vita reale, estremizzandole e portandole verso la comicità.

Da venerdì 30 agosto e mercoledì 4 settembre protagonista al Nuovo Eden sarà invece il controverso film dell’enfant prodige Xavier Dolan: La mia vita con John F. Donovan, una riflessione appassionata sul peso della celebrità contrapposta alla solitudine del singolo individuo, spesso dimenticato quando costantemente esposto alla luce dei riflettori.

Mercoledì 4 settembre si chiude la rassegna che il Nuovo Eden ha dedicato all’edizione 2019 del Brescia Photo Festival con due documentari che raccontano la figura di due donne, due grandi fotografe italiane: Lisetta Carmi e Letizia Battaglia. Gli scatti e la visione del mondo di Lisetta Carmi saranno l’oggetto del documentario di Daniele Segre Lisetta Carmi. Un’anima in cammino: i suoi lavori appassionati ed in controtendenza con la società degli anni Sessanta e Settanta hanno segnato il mondo dell’arte fino ad oggi.

A seguire Franco Maresco racconterà La mia battaglia. Letizia Battaglia: un racconto intenso ed inedito di una città, Palermo, che la fotografa ha reso nota al mondo per la sua violenza efferata, ma senza dimenticare la grazia, l’innocenza e la voglia di non arrendersi.

Mercoledì 11 e giovedì 12 settembre Easy Rider inaugurerà infine la nuova stagione del Cinema Ritrovato, il progetto realizzato in collaborazione con la Cineteca di Bologna che vede i grandi classici del cinema tornare sul grande schermo restaurati. Indie fino al midollo, Easy Rider costò due lire e incassò milioni diventando il film-bandiera di un’intera generazione. Quintessenza del road movie e sintesi della cultura hippy, un viaggio nella decadenza dell’American Dream, nei nuovi sogni ribelli, tra donne, sesso, motociclette, stupefacenti e ottima musica rock.

PER INFORMAZIONI:

Tel. 0308379404

www.nuovoeden.it

Facebook: cinemaNuovoEden

Instagram: nuovo_eden

NUOVO EDEN – Via Nino Bixio 9 – 25122 Brescia

Clicca per votare questo post
[Total: 0 Average: 0]

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome