Pestaggi, atti vandalici e incendi: nei guai la babygang bresciana

La babygang era composta da minorenni e da un paio di maggiorenni. A loro carico, secondo quanto ricostruito dai militari, diversi atti vandalici al parco Più e agli arredi urbani di via Gramsci, sempre a Calcinato

0

Pestaggi, atti vandalici e perfino un incendio. Con queste accuse sono finiti nei guai alcuni giovanissimi residenti nella zona dell’hinterland cittadino, che in tempi recenti si erano resi protagonisti di un’aggressione ai danni di un 18enne indiano su una navetta che faceva la spola tra un centro commerciale e il Comune di Calcinato. La vittima, inseguita per strada, aveva addirittura rischiato un occhio.

La babygang era composta da minorenni e da un paio di neomaggiorenni. A loro carico, secondo quanto ricostruito dai militari, diversi atti vandalici al parco Più e agli arredi urbani di via Gramsci, sempre a Calcinato. Ma a un componente i carabinieri hanno contestato anche l’incendio – con il lancio di una molotov – al capanno degli attrezzi della casa dei genitori del vicesindaco Mirco Cinquetti.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e , sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome