Valsaviore, due 19enni bloccati in vetta dal maltempo: salvati dal cielo

"Le previsioni meteo non vanno mai sottovalutate perché la pioggia, la nebbia e i fulmini cambiano totalmente la situazione"

0
Elisoccorso in azione
Elisoccorso in azione

VALSAVIORE (BS) – Ieri pomeriggio il Soccorso alpino e l’elicottero del 118 hanno recuperato, illesi, due ragazzi bloccati sulla ferrata del Corno di Grevo, nei pressi della Val Adamé. Entrambi di 19 anni, erano saliti di pomeriggio nonostante le previsioni meteo sfavorevoli: la ferrata richiede infatti un certo livello di competenza e va affrontata in condizioni di sicurezza. A un certo punto si sono ritrovati bloccati e allora hanno chiesto aiuto.

L’elicottero, che ha sempre a bordo il tecnico di elisoccorso del Cnsas – Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico, per garantire la movimentazione dell’équipe medica e di tutte le persone coinvolte, ha imbarcato un tecnico della stazione di Media Valle, esperto conoscitore del posto. Al centro operativo di Edolo erano pronte a partire altre squadre, se fosse stato necessario supportare le operazioni. L’elisoccorso, decollato da Trento, ha raggiunto i due ragazzi e in pochi minuti li hanno portati a valle, illesi.

“L’inesperienza o la disattenzione – scrive il Soccorso alpino in una nota – possono avere conseguenze drammatiche: chiedete sempre a chi conosce bene la montagna, alle guide alpine, ai gestori dei rifugi, al Soccorso alpino, se avete dei dubbi, e mettete in pratica i loro consigli. Informatevi sulla difficoltà degli itinerari e valutate bene se siete in grado di percorrerli. Le previsioni meteo non vanno mai sottovalutate perché la pioggia, la nebbia e i fulmini cambiano totalmente la situazione.

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome