🔴 Miracolo a Rezzato: “cieco” ai domiciliari ruba un’auto e scappa dai vigili

Nonostante i problemi alla vista e il fatto di non aver mai ottenuto la patente l'uomo è riuscito a seminare gli agenti per diversi chilometri

0
Cieco in auto? Un'immagine dal video del comico francese Remì Gaillard

Qualcuno potrebbe gridare al miracolo, ma la sensazione è che la spiegazione di quanto accaduto sia molto più semplice. In attesa che chi di dovere faccia chiarezza, per un 48enne priginario dell’Ovest Lombardia, ma residente da tempo a Rezzato, si sono aperte le porte del carcere.

A riportare la notizia, poi ripresa da diverse fonti, è stato il quotidiano Bresciaoggi. L’uomo, a quanto si apprende, doveva scontare ben 12 anni di carcere (per un cumulo di pena tra diversi reati). Per questo – con il permesso di uscire qualche ora al giorno – si trovava agli arresti domiciliari, concessi come alternativa al carcere anche per i seri problemi alla vista da cui pare fosse afflitto.

Peccato che, martedì pomeriggio, il detenuto sia stato beccato dai vigili alla guida di una Lancia Y nuova di zecca rubata da pochi minuti a San Polo a una donna che stava buttando la spazzatura. Pare guidasse molto bene il 48enne, nonostante i problemi e il fatto di non aver mai ottenuto la patente: alla vista dei vigili, infatti, si è dato alla fuga a tutta velocità e raggiungerlo non è stato facile.

La è riuscita a fermarlo solo all’altezza di Rezzato, dopo che aveva anche urtato un ciclista (per fortuna la vittima ha riportato solo ferite lievi). Ma il 48enne non si è dato per vinto nemmeno a quel punto e ha cercato di fuggire a piedi lanciandosi in un naviglio per sfuggire alla cattura.

Gli è andata male. Il malvivente è stato arrestato per il furto e per resistenza a pubblico ufficiale. Ora si trova in carcere.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome