Omicidio di via Lombroso, Gozzini in silenzio durante l’interrogatorio

0
ex Canton Mombello - Nerio Fischione
ex Canton Mombello - Nerio Fischione

Si è avvalso della facoltà di non rispondere durante l’interrogatorio di garanzia in carcere il 79enne Antonio Gozzini, accusato di aver ucciso la moglie 62enne venerdì scorso, in via Lombroso.

Nonostante la chiamata al 112 partita venerdì pomeriggio, dopo che Gozzini ha confessato l’omicidio ad una conoscente, pare che Cristina Maioli sia stata accoltellata durante la notte tra giovedì e venerdì. Questo quanto emerso durante l’interrogatorio di Gozzini davanti al pm, venerdì sera.

Da tempo Gozzini soffriva di depressione: stando alle testimonianze di chi lo conosce, le sue condizioni di salute sarebbero peggiorate dopo il rientro dalle vacanze. Nei suoi progetti l’intenzione di farla finita, dopo aver tolto la vita alla moglie.

La difesa dell’uomo ha chiesto al gip il trasferimento di Gozzini nel reparto di psichiatria degli di Brescia.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome