Lavoratori morti per colpa dell’amianto, datore di lavoro condannato

0
Rimozione dell'amianto, una pratica consentita solo a operatori certificati

È finito con una condanna a un anno e quattro mesi il processo di primo grado che vedeva imputato il consigliere delegato di un’azienza bresciana di legnami. Qui due lavoratori, a distanza di anni dalla fine dell’attività dell’azienza, fallita negli anni ’90), persero la vita per cause riconducibili all’esposizione all’amianto.

Secondo la testimonianza dell’imputato, lui sarebbe stato impiegato nel settore commerciale e non avrebbe avuto dunque contatto nè responsabilità nella produzione. Per i giudici, invece, l’azienda sarebbe responsabile di non aver adottato le idonee misure per tutelare la salute dei lavoratori.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome