Rotary, venerdì a Brescia un concerto per la sicurezza stradale

0
La presentazione del concerto del Rotary, foto da ufficio stampa

L’infortunistica stradale provoca ogni giorno 10 morti in Italia, 70 nella Comunità Europea e 3.500 nel mondo. I numeri, impietosi, rappresentano purtroppo solo la punta dell’iceberg di una tragedia quotidiana. A pelo d’acqua affiorano le migliaia di persone ferite, molte in modo serio se non permanente. Ciò che spesso non emerge sono I drammi famigliari, I danni economici, I costi sociali che solo in Italia superano ampiamente I 19 miliardi di euro all’anno.

Un problema enorme che, se risolto, porterebbe a minori traumi per le famiglie colpite e per l’intera società. Il lo affronta con un progetto articolato, che va dalla formazione alla ricerca, passando per i momenti conviviali e… la . Tanto che venerdì 13 è previsto un concerto al Teatro S. Afra di Brescia.

Il Distretto 2050 del Rotary ha istituito 4 anni fa la Commissione sulla Sicurezza stradale, presieduta da Riccardo Gozio, che ha concentrato la propria attenzione soprattutto sulla formazione. Sono stati organizzati seminari e corsi rivolti a ingegneri, architetti e geometri e sono stati pubblicati libri redatti da professori universitari, esperti del settore. Un ulteriore importante obiettivo è stata la creazione del CeSCAM, un Laboratorio/Centro Studi sulla “Mobilità Urbana Sicura”, presso l’Area d’Ingegneria dell’Università degli Studi di Brescia, in collaborazione con altre sedi universitarie italiane e straniere. Tale Laboratorio, inaugurato lo scorso novembre, è finalizzato alla ricerca e alla sperimentazione dei diversi elementi che concorrono ad aumentare la sicurezza degli utenti della strada in ambiente urbano, in particolare degli utenti deboli (pedoni, ciclisti, persone con difficoltà motorie, ipovedenti, ecc.).

Il 13 dicembre, invece, è previsto il concerto dei The Marvellous, sensibili ai temi sociali e umanitari, che si esibiranno al Teatro S. Afra a partire dalle 20.45 portando in scena un repertorio Rock che va dagli anni ’50 agli anni ’70. La band è composta da sei amici bresciani di vecchia data: Hermes Fornasari, Gianni “Benson” Cazzoletti, Rudy Genolini, Francesco Landriscina, Daniele Marcheselli e Silvestro Specchia. L’incasso del Concerto, che gode del patrocinio del Comune di Brescia, contribuirà a finanziare il CeSCAM.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome