Cittadinanza a Liliana Segre, l’Anpi la chiede a tutti i Comuni del Garda

1
Liliana Segre

Con una nota l’ del Basso Garda sottolinea di aver dato mandato alle sue sezioni di presentare in tutti i Comuni del Garda mozioni per conferire la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre, vittima di minacce di stampo antisemita. Di seguito il testo integrale del comunicato.

ECCO IL TESTO DEL COMUNICATO

Il coordinamento A.N.P.I. basso Garda, condividendo le iniziative di molti comuni italiani, ritiene opportuna una risposta delle  istituzioni locali alle minacce di stampo razzista ed antisemita rivolte alla Senatrice Liliana Segre per le quali la Prefettura di Milano ha ritenuto necessario dotarla di una scorta a protezione della sua sicurezza personale.
Per questo motivo, le singole sezioni hanno presentato o presenteranno nei diversi comuni dell’area gardesana, istanze volte a conferire la Cittadinanza onoraria  alla Senatrice.
In seguito alla promulgazione delle leggi razziali italiane é stata deportata ad Auschwitz-Birkenau dove i famigliari sono stati uccisi. Liliana Segre è una donna sopravvissuta all’Olocausto.
E nonostante ciò che ha vissuto allora, ancora oggi viene perseguitata da chi ancora vive di rigurgiti di discriminazione ed odio.
Tuttavia la Senatrice continua nel suo impegno a promuovere la necessità di non restare indifferenti di fronte alle violenze ed alle barbarie che si riaffacciano alla storia, contrapponendo all’odio e agli insulti la sua tenace gentilezza e la sua testimonianza pacata.
Il suo lavoro si distingue per alti meriti nei campi del sapere, della convivenza e della solidarietà umana.
Per questo motivo riteniamo un atto doveroso, il conferimento di questa onorificenza.
Non possiamo inoltre dimenticare che le sorti di molti cittadini, come Liliana Segre, vennero decise anche qui da noi, dove trovava sede la Repubblica Sociale Italiana e nello specifico a Desenzano quella del Ministero della Razza, consegnando così in questo modo decine di migliaia di persone a un destino atroce.
Ci auguriamo che tutte le forze politiche che siedono nei consigli comunali delle nostre cittadine, si prodighino affinché questa discussione venga calendarizzata il prima possibile.

Per il Coordinamento Anpi basso Garda, i Presidenti delle sezioni di:
– Desenzano, Dante Di Carlo
– Lonato, Carlo Susara
– Pozzolengo, Franco Signorini
– Padenghe, Gian Luigi Baronio
– Sirmione, Agostino Domenegoni

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome