Basket, stasera Brescia alla prova del derby con Cremona

1
, Pallacanestro Virtus Roma - Germani Basket Brescia partita di campionato LBA serie A, Sassari 22 dicembre 2019. Ph Fotolive Simone Venezia (foto inviata da ufficio stampa)

Non ci sono soste sul cammino della Germani , che cerca di dare continuità ai risultati positivi raggiunti nelle ultime settimane ospitando la Vanoli Cremona in un derby lombardo diventato ormai un goloso appuntamento per le tifoserie di entrambe le squadre.

Domenica scorsa la Leonessa ha trovato sotto l’albero di Natale i due punti conquistati con autorità sul campo della Virtus Roma in un match che alla squadra biancoblu è valso la conquista del quarto successo consecutivo tra campionato ed EuroCup.

Brescia non ha alcuna intenzione di interrompere la striscia positiva che caratterizza questa fase cruciale della stagione, anche se nel derby di Santo Stefano dovrà vedersela con una squadra in grande salute, capace di conquistare sei vittorie nelle ultime sette partite di Serie A e di riuscire a replicare la grande stagione trascorsa lo scorso anno, senza dubbio il migliore da quando il grande basket è approdato sotto il Torrazzo.

LE INFO SULLA PARTITA E I BIGLIETTI

Germani Basket Brescia-Vanoli Cremona si gioca al PalaLeonessa A2A (Via Caprera, 5 | Brescia) giovedì 26 dicembre alle ore 20.00.

I biglietti sono acquistabili on line direttamente dalla home page del sito di Basket Brescia Leonessa (QUI il link diretto) e ai botteghini del palasport, che apriranno alle ore 18.30, in concomitanza con l’apertura dei cancelli dell’impianto.

IL PUNTO DELLA SITUAZIONE IN CASA BRESCIANA

Sul campo della Virtus Roma, la Germani ha sfoderato una delle migliori prestazioni della propria stagione, giocando con grande concentrazione in attacco e mostrando grande solidità in difesa. Alla vigilia del match, la trasferta nella Capitale appariva tutt’altro che semplice, un particolare dimostrato dal fatto che le due squadre occupavano la stessa posizione in classifica.

La stessa cosa accadrà anche al PalaLeonessa A2A in occasione del derby con Cremona, avversario che è sempre risultato poco digeribile, soprattutto tra le mura di casa, visto che la Vanoli è stata capace di espugnare il campo della Leonessa nelle ultime due partite di campionato disputate a Brescia.

Anche contro Cremona, dunque, la Germani dovrà mostrare il suo volto migliore: solo una grande prestazione, infatti, permetterà al quintetto di coach Esposito di centrare la nona vittoria in campionato, incamerando due punti che potrebbero risultare decisivi per la qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia, obiettivo che, in concomitanza di altri risultati favorevoli, potrebbe essere raggiunto aritmeticamente con due giornate d’anticipo rispetto alla fine del girone d’andata.

IL PUNTO DELLA SITUAZIONE IN CASA CREMONESE

Dopo aver vissuto la migliore stagione di sempre, impreziosita dalla conquista della Coppa Italia, la Vanoli Cremona ha saputo rinnovarsi, accettando di affrontare nuove sfide con nuovi protagonisti. Sempre nel segno di coach Meo Sacchetti, che continua a circondarsi di giocatori che si sposano bene con il suo credo cestistico, la Vanoli ha saputo correggere alcuni errori che aveva commesso in fase di costruzione della squadra, intraprendendo una strada che somiglia molto a quella percorsa nella scorsa stagione.

L’attuale quarto posto occupato in graduatoria certifica la bontà del nuovo progetto della squadra cremonese, le cui quotazioni sono state rilanciate dalla striscia di cinque vittorie consecutive maturate tra l’ottava e la 12/ma giornata di campionato. Non è un caso che i successi della Vanoli siano arrivati in coincidenza con l’inserimento in roster di Ethan Happ, che nelle 7 partite disputare finora si è praticamente abbonato alla doppia cifra, con 16 punti e 9.7 rimbalzi di media a partita.

Happ ha preso in corso d’opera il posto di Matt Tiby, uno dei giocatori su cui la società aveva puntato nel corso dell’estate per rispondere sul mercato alla partenza di tanti giocatori che avevano fatto la fortuna di Cremona, da Crawford a Mathiang, da Aldridge a Ricci e, più recentemente, anche di Gazzotti.

Il rendimento della Vanoli ha del sorprendente, soprattutto considerando anche la serie di infortuni che da un po’ di tempo tengono lontano dai campi Trevis Diener, chioccia ideale per far crescere i giovani del nuovo roster, e gli stop che stanno tenendo ai box Jordan Mathews e Vojislav Stojanovic.

La società è intervenuta rapidamente sul mercato, portando alla corte di Meo Sacchetti Malaki Richardson, che sembra sposarsi bene con gli altri componenti della rosa della Vanoli, quelli della ‘vecchia guardia’ (Wesley Saunders, Michele Ruzzier e Giacomo Sanguinetti) e i nuovi arrivi, Topias Palmi, Nicola Akele e Niccolò De Vico, tutti capaci di ritagliarsi subito un ruolo da protagonisti.

EX DELLA GARA E CURIOSITÀ

Il grande ex di giornata nel derby di Santo Stefano sarà Luca Vitali, che complessivamente ha trascorso tre stagioni a Cremona: prima nel 2012-2013, poi dal 2014 al 2016, disputando un totale di 69 partite in maglia Vanoli.

Brescia-Cremona è anche il derby di casa Sacchetti: Meo, coach della Vanoli, contro Brian, ala della Germani. Da quando i due sono approdati rispettivamente sulla panchina di Cremona e nel roster di Brescia, si sono sfidati in campionato quattro volte, con un bilancio complessivo di 3-1 a favore di papà Sacchetti, capace di ottenere due successi nella stagione 2017-2018, mentre le due squadre nella stagione successiva avevano ottenuto una vittoria a testa.

Malachi Richardson, ultimo arrivo in casa Vanoli Cremona, ha giocato a Brescia nel mese di settembre, in occasione della IV Edizione del Trofeo Roberto Ferrari. Richardson, che vestiva la maglia dell’Hapoel Holon, mise a segno 15 punti, con 1/5 nel tiro da due e 2/8 nel tiro dalla lunga distanza.

LE PAROLE DELLA VIGILIA

“Cremona è una squadra che ha una forte identità, sia in attacco che in difesa, nonostante abbia effettuato dei cambiamenti nel corso della stagione – spiega Giacomo Baioni, assistant coach della Germani Basket Brescia -. È reduce dal derby con Varese vinto meritatamente e da quando è arrivato Happ ha vinto 6 delle ultime 7 partite. Credo comunque che sia riduttivo pensare che questo sia dovuto solo all’inserimento dello statunitense: è tutta la squadra ad aver innalzato la propria qualità, crescendo molto con il passare del tempo. Cremona ha fatto vittime illustri, battendo squadre come Milano e Bologna, a dimostrazione che il lavoro compiuto dallo staff tecnico ha creato un’identità forte nella squadra, che ha alzato la propria percentuale di vittorie con l’aggiunta di un giocatore forte come Happ”.

“Quella di giovedì sera sarà una partita fondamentale per entrambe le squadre – prosegue Baioni -, perché mette in palio punti importanti per la classifica e per la qualificazione alla Final Eight, per la quale entrambe sono in corsa. Noi veniamo da una bella vittoria a Roma, vogliamo confermarci e dare un’altra soddisfazione alla nostra gente che ci segue con grande calore e passione. Penso che per noi sia un dovere provare a fare una grande gara, perché solo con una grande partita riusciremo ad avere la meglio sui nostri avversari”.

“Dopo quello con Varese, affrontiamo un altro derby, quello con Brescia, che in questi anni è diventato ormai un classico – il pensiero di Meo Sacchetti, coach della Vanoli -. La Germani è una squadra in salute, che non ha patito l’infortunio di un giocatore importante. Ha passato il primo turno in EuroCup e arriva da una bellissima vittoria a Roma. Sicuramente sarà una partita non facile, dove l’aspetto emozionale sarà molto importante, ma andiamo a Brescia con tanto entusiasmo provando a inserire ancora di più Malachi (Richardson, ndr) nei nostri meccanismi”.

“Per me è anche un derby con mio figlio Brian, ma ormai siamo entrambi abituati, viste le tante volte che ci siamo affrontati – conclude Sacchetti -. Come detto, è una partita importante ma non guardiamo assolutamente al discorso del quarto posto. Siamo sereni e con i piedi per terra e un’eventuale vittoria servirà solo ad avere due punti in più in classifica”.

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome