Meningococco C, ricoverato a Bergamo il marito della 48enne morta a Brescia

Al momento le condizioni dell'uomo non sono gravi, ma il nuovo caso fa crescere la preoccupazione nella zona del Sebino

1
ospedale - Ph Fotolive Filippo Venezia
ospedale - Ph Fotolive Filippo Venezia

È ricoverato all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo il marito della donna di 48 anni di Predore morta all’ospedale Civile di Brescia lo scorso 3 gennaio per infezione da meningococco di tipo C.

Al momento le condizioni dell’uomo non sono gravi, ma il nuovo caso fa crescere la preoccupazione nella zona del Sebino, dove si è già provveduto ad una massiccia campagna di vaccinazioni.

Secondo quanto riportato da alcune fonti pare che l’uomo, di 54 anni, fosse già stato sottoposto alla profilassi antibiotica precauzionale, che però non ha sortito completamente l’effetto auspicato a causa delle sue pregresse fragili condizioni di salute.

Anche in questo caso si è provveduto alla profilassi per i contatti più stretti.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome