Ospitaletto, iniziati i lavori per la nuova piscina comunale

Per quanto riguarda i tempi tecnici si prevede che i lavori durino per 365 giorni e, dunque, prevista la riapertura per la primavera 2021

1
Il cantiere delle nuove piscine di Ospitaletto, foto da ufficio stampa

L’anno nuovo porta con sé l’apertura e l’avvio del cantiere e i relativi  lavori per la riqualificazione dell’area che ospiterà il nuovo impianto natatorio di Ospitaletto. Dopo i lavori pubblici in materia di impianti sportivi messi in campo dall’amministrazione comunale e che nei mesi scorsi hanno restituito alla cittadinanza il nuovo Centro Tennis, ora si passa alle , progetto atteso da anni e che vedrà la luce nell’area di via Leopardi dove andrà a completare il Polo Sportivo.

Nel dettaglio, si tratta di un progetto implementato e migliorato nel maggio scorso rispetto a quello iniziale e che metterà a disposizione due piscine coperte e un’area esterna con impianto natatorio e lido estivo. Il progetto per riportare le piscine a Ospitaletto, chiuse oramai dal 2007, è inserito nel programma amministrativo dell’amministrazione Sarnico e avviato grazie ad un partenariato pubblico privato che ha già realizzato il rifacimento della riqualificazione degli impianti sportivi per il calcio e il tennis a cui si aggiungeranno ore le piscine e che ne garantirà la gestione futura una volta consegnata l’opera.

Per quanto riguarda i tempi tecnici si prevede che i lavori durino per 365 giorni e, dunque, prevista la riapertura per la primavera 2021. Il progetto migliorato e modificato con la variante dello scorso maggio non ha previsto ulteriori costi aggiuntivi a carico del Comune, confermando l’importo iniziale dell’opera pubblica per circa 3 milioni di euro. Per il sindaco Giovanni Battista Sarnico: “Parte un’opera che tutti attendendevano e come amministrazione siamo impegnati per consegnarla prima possibile rispettandone i tempi previsti. Un progetto importante che garantirà lo sviluppo di un’attività sportiva da sempre vissuta e partecipata dalla nostra cittadinanza e che potrà godere una volta ultimata, di un impianto completamente nuovo e con le migliori caratteristiche di impiantistica e di offerta ludico-sportiva”.

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome