Il territorio del Garda in vetrina al Leone

Ventisette realtà culturali ed enogastronomiche da Montichiari a Castiglione delle Stiviere, passando per Soiano, Polpenazze, Desenzano, Gavardo, Toscolano e ovviamente Lonato, racconteranno ai tanti visitatori del centro le bellezze del territorio gardesano

0

Un nuovo evento è in arrivo al Leone di Lonato: il territorio intorno al lago di Garda, con le sue eccellenze e peculiarità, si mette in mostra sabato 18 e domenica 19 con la manifestazione dedicata a “I tesori del Garda”. Ventisette realtà culturali ed enogastronomiche da Montichiari a Castiglione delle Stiviere, passando per Soiano, Polpenazze, Desenzano, Gavardo, Toscolano e ovviamente Lonato, racconteranno ai tanti visitatori del centro le bellezze del territorio gardesano.

Nelle due giornate, i visitatori del Leone potranno scoprire i tesori nascosti che si trovano al Museo Lechi, al Museo del Risorgimento, al Museo Giacomo Bergomi, alla Pinacoteca Pasetti, al Castello e al Teatro Bonoris (tutti parte del sistema Montichiari Musei), al Museo della Carta di Toscolano Maderno, al Museo Archeologico di Gavardo, al Sistema Museale della Valle Sabbia, al Martes- Museo d’Arte Sorlini di Calvagese della Riviera, al Museo Archeologico Rambotti di Desenzano del Garda, al sito palafitticolo Il Lucone di Polpenazze del Garda e alla Fondazione Ugo da Como di Lonato del Garda.

A queste realtà museali si aggiungeranno anche alcuni spazi di cultura enogastronomica dedicati a prodotti tipici del territorio del Garda, come quelli occupati dal Frantoio Manestrini di Soiano del Lago. «Porteremo al Leone il nostro olio extra vergine Dop, ma anche i prodotti che realizziamo con il nostro marchio come sughi, paté, sottoli e anche cosmetici creati a partire dal nostro olio che i visitatori potranno testare e assaggiare», fanno sapere dal Frantoio, per la prima volta ospite al centro commerciale di Lonato. Sarà la prima volta al centro commerciale di Lonato anche per la Strada dei vini e dei sapori del Garda e per il Consorzio Lago di Garda Lombardia. «Saremo presenti con uno stand informativo a disposizione dei visitatori per far conoscere i nostri associati, ma anche i percorsi enogastronomici che si possono sperimentare sul nostro territorio», spiegano dalla Strada dei vini. Anche per il Consorzio si tratta di una presenza studiata per «dare informazioni sul turismo lacustre, in particolare della sponda bresciana. Il turismo non è solo strutture alberghiere, ma può andare alla scoperta di prodotti tipici, di eccellenze e di bellezze del nostro territorio che stiamo lavorando per far scoprire», ha detto Luigi Alberti, presidente del Consorzio.

Saranno presenti con loro stand informativi anche la Proloco Città di Solferino – Bandiera Arancione del Touring Club, la Società Solferino e San Martino, l’Associazione Turistica Colline Moreniche Del Garda, il Museo Archeologico delle Colline Moreniche di Cavriana, il Museo XX Secolo di Desenzano del Garda, il Museo Internazionale della Croce Rossa di Castiglione delle Stiviere, il Museo della Sposa di Castiglione delle Stiviere, la società Ely Fly Helicopters, l’associazione culturale e di rievocazione “Animus Brixiae”.

I visitatori potranno muoversi all’interno del percorso espositivo per scoprire (o riscoprire) le proposte museali e culturali 2020 del nostro territorio e andare alla scoperta di piccoli e grandi gioielli gardesani.

Per coinvolgere anche i più piccoli, la manifestazione prevede diversi laboratori a loro dedicati in collaborazione con la Cooperativa La Melagrana: sabato 18 dalle 11 alle 13 e dalle 14 alle 19 i bambini potranno scegliere se partecipare a “Creiamo con la creta” – laboratorio di creazione di un vaso miniaturistico con la tecnica preistorica del colombino in collaborazione con il Museo Archeologico della Valle Sabbia di Gavardo, oppure “Un avventura a regola d’arte” – laboratorio artistico con l’utilizzo di materiali polimaterici in collaborazione con il MarteS – Museo d’arte Sorlini di Calvagese della Riviera. I laboratori replicheranno negli stessi orari anche domenica 19 e sono sempre ad ingresso libero e gratuito.

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome