M5S, Di Maio si dimette da capo politico: tocca al bresciano Crimi?

In caso di dimissioni immediate, Di Maio non arriverebbe agli Stati generali convocati per marzo come leader dimissionario e andrebbe dunque sostituito da subito

1
Vito Crimi
Vito Crimi

Secondo quanto riportano diverse fonti, stamane, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio avrebbe comunicato ai colleghi pentastellati del governo la decisione di dimettersi da capo politico del movimento.

Un annuncio parzialmente confermato da un post pubblicato poche ore fa su Facebook, in cui Di Maio promette novità (“Oggi pomeriggio alle 17.00 sarò a Roma insieme a tutti i facilitatori regionali. Mi collegherò in diretta perché ho delle cose importanti di cui parlarvi… Vi aspetto. A più tardi. Forza!”).

In caso di dimissioni immediate, Di Maio non arriverebbe agli Stati generali convocati per marzo come leader dimissionario e andrebbe dunque sostituito da subito. Per questa eventualità, fino a primavera, il movimento potrebbe essere affidato alla guida di un comitato di saggi oppure – pro tempore – al bresciano Vito Crimi, il più anziano dei membri del comitato di garanzia del partito.

close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome