Violentò prostituta: incastrato dieci anni dopo grazie al Dna

Nell'occasione, l'aggressore aveva picchiato e violentato la sua vittima, per poi fuggire con il suo telefono cellulare e 300 euro

0
Carabinieri
Carabinieri

Un albanese di 41 anni – con diversi precedenti di – è stato denunciato dai di Crema per sequestro di persona, violenza sessuale, rapina aggravata e lesioni personali. L’uomo, infatti, sarebbe l’autore della violenza sessuale ai danni di una prostituta rumena avvenuta nel 2010 lungo la strada Paullese. E a incastrarlo sarebbe stato l’esame del Dna.

Nell’occasione, l’aggressore aveva picchiato e violentato la sua vittima, per poi fuggire con il suo telefono cellulare e 300 euro. La donna era stata soccorsa e portata in ospedale, dove era stata anche sottoposta a tampone. Dieci anni dopo, le tracce di quel Dna – grazie al lavoro dei Ris di Parma – hanno un nome.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome