Sirmione, frode immobiliare: la Guardia di finanza sequestra più di 4 milioni

La frode riguardava una villa di lusso a Sirmione nella quale due imprenditori della provincia di Verona, insieme a un commercialista bresciano, avevano costituito delle società di comodo in Lichtenstein e in Svizzera

0
Guaria di Finanza, Brescia
Guardia di Finanza

Nelle scorse ore la di Brescia ha sequestrato beni per un valore di oltre 4 milioni di euro.

Il sequestro è avvenuto nell’ambito dell’operazione “Atlantis”, che è stata condotta sotto il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Brescia. Tale sequestro ha fatto seguito alle indagini e agli arresti avvenuti nel periodo tra fine 2017 e inizio 2018, relative a una maxi frode immobiliare. La frode riguardava una villa di lusso a Sirmione nella quale due imprenditori della provincia di Verona, insieme a un commercialista bresciano, avevano costituito delle società di comodo in Lichtenstein e in Svizzera.

Le indagini condotte dagli agenti della Guardia di finanza – come riporta –  hanno consentito di verificare che la società proprietaria della villa avrebbe dichiarato un valore complessivo di vendita pari a 7 milioni di euro; questo avrebbe consentito di originare una plusvalenza di circa 5 milioni. Con le successive investigazioni è stato scoperto che la lussuosa villa era stata venduta ad un prezzo di 19 milioni, generando una ulteriore plusvalenza di 12 milioni di euro.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome