Parco Gallo, spacciatore gambiano nella rete dei vigili

Vicino alla panchina sono stati trovati tre sacchetti contenenti 32 grammi di marijuana, nella siepe c'eranp 93 grammidi hashish

0
Spacciatore al parco, foto generica
Spacciatore al parco, foto generica

Arrestata una persona in flagranza di reato, sequestrati 32 grammi di e 95 grammi di . Sono questi i risultati dell’operazione antidroga portata a termine dalla Polizia Locale giovedì 30 gennaio al parco Gallo.

Da tempo gli agenti stavano tenendo sotto controllo la zona perché, nei giorni precedenti, erano giunte al Comando alcune segnalazioni circa la presenza di uno spacciatore.

Nel tardo pomeriggio di giovedì 30 gennaio una pattuglia ha notato i movimenti sospetti di un uomo di origine gambiana che, dopo aver nascosto qualcosa nella siepe che costeggia la recinzione del giardino pubblico, si è fermato vicino a una panchina nei pressi dell’area giochi dei bambini.

Dopo pochi minuti è stato raggiunto da un italiano, insieme al quale è ritornato verso la siepe.A quel punto il gambiano ha consegnato un sacchetto alla persona che lo accompagnava, ricevendo in cambio del denaro.

L’italiano si è quindi diretto verso in via Corfù dove è stato fermato dagli agenti che gli hanno trovato addosso un grammo di hashish.

Il gambiano, invece, è stato intercettato poco dopo vicino a via Caleppe e, nonostante cercasse di opporre resistenza, gli uomini della Polizia Locale sono riusciti a bloccarlo e a farsi accompagnare nei luoghi dove aveva nascosto la , all’interno del parco. Vicino alla panchina sono stati trovati tre sacchetti contenenti 32 grammi di marijuana in totale. Nella siepe vicino al vialetto, invece, era nascosto un mattoncino di hashish del peso di 93 grammi, sul quale erano visibili i segni lasciati da un coltello, e un bilancino di precisione. Nella cover di uno dei telefonini del gambiano, infine, è stato trovato un altro grammo di hashish. L’uomo è stato quindi arrestato e, su disposizione del Pubblico Ministero, è stato trattenuto nelle camere di sicurezza del Comando, in attesa del giudizio per direttissima.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome