27enne morto a Rogno, le telecamere per ricostruire l’incidente

Sembra che il giovane alla guida dell'Alfa Romeo, avvistati i lampeggianti dei carabinieri fermi per un posto di blocco, abbia tentato un'inversione di marcia

0

Sono le telecamere di videorsorveglianza della zona a restituire fedelmente la dinamica del tragico incidente che domenica mattina si è verificato a Rogno. Nel sinistro ha perso la vita un giovane di 27 anni residente a Sellero; con lui tre amici di 18 e 20 anni, tutti e tre feriti, uno è ancora grave agli Spedali Civili di Brescia.

Che il 27enne avesse perso il controllo del mezzo era stato subito chiaro, ma man mano che passano le ore vanno definendosi sempre più i contorni della vicenda.

Secondo quanto diffuso da alcuni media, pare infatti che i carabinieri, proprio grazie alle immagini registrate dalle telecamere, siano riusciti a ricostruire quanto avvenuto negli istanti prima della tragedia. Da quanto si apprende sembra che il giovane alla guida dell’Alfa Romeo, avvistati i lampeggianti dei carabinieri fermi per un posto di blocco, abbia tentato un’inversione di marcia per sfuggire alla possibilità di un controllo dei militari (in passato gli era già stata ritirata la patente di guida). Fuggendo di corsa ha sbandato ed è andato a sbattere contro alcune pietre a bordo strada che gli hanno fatto perdere del tutto il controllo dell’automobile, che a quel punto è decollata finendo contro un palo dell’illuminazione. L’impatto è stato devastante e il 27enne è morto sul colpo.

Sul posto i carabinieri che avevano inseguito l’auto e i soccorsi. Il pm di turno non ha disposto l’autopsia sul corpo del giovane conducente, ma saranno comunque effettuati test sui liquidi biologici. Intanto la salma è stata restituita alla famiglia.

 

 

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome