Calcinato, nel capannone un traffico di rifiuti destinati all’Africa

A scoprire la discarica sono stati i carabinieri della forestale, coordinati dal Pm Ambrogio Cassiani, mentre stavano appunto effettuando dei sopralluoghi per scoprire discariche abusive nel bresciano

0
Una discarica di rifiuti
Una discarica di rifiuti

Partivano da Calcinato ed erano destinati in Ghana, nell’Africa Occidentale, i che i forestali hanno trovato in un capannone nelle scorse ore.

Migliaia di tonnellate di rifiuti, recuperati nelle isole ecologiche o nelle autodemolizioni, che venivano dislocati nel capannone a Calcinato, caricati nei container, inviati al porto di Genova con destinazione l’Africa. Qui i rifiuti venivano analizzati da bambini e veniva ricavato più metallo possibile per poi essere rivenduto sul mercato.

A finire nei guai sono stati due cittadini, di 41 e 42 anni, originari dell’Africa del Nord: uno di loro è stato condannato ai domiciliari, l’altro all’obbligo di firma. Stando alle prime ricostruzioni sembra che i due, in accordo con i proprietari delle isole ecologiche e delle autodemolizioni, recuperassero i rifiuti senza pagare i costi di smaltimento.

A scoprire la discarica sono stati i carabinieri della forestale, coordinati dal Pm , mentre stavano appunto effettuando dei sopralluoghi per scoprire discariche abusive nel bresciano. Due i camion fermati, grazie all’utilizzo dei gps, al porto di Genova.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome