Pallavolo, Leonesse sconfitte in quattro set in quel di Cremona

Il derby lombardo della 19ª giornata non sorride ai colori della Banca Valsabbina, incisiva solo a tratti contro la fisicità delle casalasche

0
Pallavolo
Pallavolo

Per Casalmaggiore decisiva la prestazione di Cuttino, nominata Mvp dell’incontro, e Carcaces con 15 e 17 palloni messia terra. Nel primo set la Banca Valsabbina paga una partenza troppo fallosa (20-12) riuscendo ad accorciare sino al 22-19 ed annullare due palle set ma deve cedere, 25-22. Secondo parziale simile al secondo ma favorevole a Brescia: le Leonesse si portano sull’11-19, resistono al rientro di Casalmaggiore e chiudono, 20-25. Terzo frangente equilibrato sino al 12-12, Casalmaggiore trova il break decisivo e chiude 25-16. Nel quarto set la fisicità di Casalmaggiore fa la differenza e raccoglie l’intera posta in palio.

Coach Mazzola schiera lo starting play formato da Bechis in regia, Mingardi opposta, in posto 4 Degradi e Segura, centrali Veltman e Speech, Parlangeli libero. La squadra di casa risponde con Antonijević-Cuttino, Bosetti-Carcaces, Popovic-Stufi e Spirito.

La formazione di casa è più precisa in attacco e vola subito 7-2, Mazzola chiama tempo. La Banca Valsabbiuna prova a reagire con Speech ma è Casalmaggiore ad allungare, 13-6 e Brescia esaurisce i tempi a disposizione. Un attacco di Mingardi e Veltman provano a suonare la carica, 17-11, la squadra di casa risponde con Carcaces, 18-11. Brescia rinforza la seconda linea con l’ingresso di Biganzoli su Degradi, Carcaces mura Mingardi ed è 20-12. Nel finale di set dentro capitan Rivero per Segura e la Banca Valsabbina accorcia 20-15 costringendo Gaspari a esaurire i time out a disposizione. Le bresciane restano in scia, sino al 22-19, con una diagonale stretta di Mingardi, Casalmaggiore accelera 24-20, Brescia annulla due palle set poi Cuttino trasforma la terza, 25-22.

Brescia innesta subito la marcia buona: 0-3 con un ace di Veltman. Casalmaggiore si avvicina sino al 6-8 con Stufi, alla centrale toscana risponde Veltman siglando l’attacco del 6-10. Coach Gaspari chiama tempo, nonostante ciò la squadra ospite mantiene il vantaggio a quattro punti, grazie a un attacco di Speech. Sull’attacco vincente in parallela di Degradi, Casalmaggiore ferma nuovamente il gioco (16-10) e cambia Carcaces con Ščuka, Brescia viaggia spedita con due attacchi consecutivi di Degradi, 11-19. Le rosa infilano un minibreak, 15-20, Mazzola getta nella mischia Biganzoli per Degradi e Rivero al posto di Segura. Finale di set è favorevole alla Banca Valsabbina che chiude 20-25.

Casalmaggiore, nel terzo parziale, apre lo score e prova ad andare in fuga sin dai primi scambi dando spazio anche a Maggipinto come libero, Caraces realizza l’ace del 6-2, la Banca Valsabbina cambia subito Segura con Rivero, Mingardi mura Bosetti ed è pareggio, 6-6. Le due formazioni viaggiano a braccetto sino 12-12 ma le casalasche rompono l’equilibrio ed allungano 16-12, quindi Brescia cambia Speech con Mazzoleni e Rivero ferma la corsa della padrone di casa. Un pallonetto di Cuttino griffa il 18-14, Brescia chiama il time out ma la pausa non da i benefici sperati: la squadra di casa allunga sul 23-15 e Carcaces lascia la Valsabbina a 16.

Gli scambi iniziali sono favorevoli a Casalmaggiore (7-4 fast di Stufi), tuttavia due attacchi consecutivi di Mingardi permettono alla Banca Valsabbina Millenium di accorciare 8-6. Al termine di uno scambio lungo Bosetti chiude il punto dell’11-7, risponde Segura in pipe, 11-8; Casalmaggiore si avvantaggia e Mazzola gioca la carta Rivero per Degradi. Brescia resta in scia, Veltman e Speech accorciano il divario sino al 14-13. Negli scambi successivi Casalmaggiore trova spazio con capitan Bosetti, quindi vince l’incontro con un mai out di Carcaces, 25-18.

Archiviata la trasferta del PalaRadi di Cremona senza incamerare punti, la Banca Valsabbina Millenium guarda verso l’orizzonte della ventesima giornata. Domenica 23 febbraio alle 17 le Leonesse ospiteranno la Bartoccini Fortinfissi Perugia tra le mura amiche del PalaGeorge di Montichiari, in una gara dal peso specifico importante per la classifica.

Post partita

Marta Bechis: “Senza dubbio ci è mancata la lucidità. Sentivamo la stanchezza dei cinque set di Cuneo e dell’infrasettimanale contro Firenze, ma non deve essere una giustificazione. Avevamo voglia di fare qualche punticino ma ci è mancata lucidità nel gioco e in alcune scelte. Loro fisicamente sono forti ma noi siamo state poco concrete e ciniche. Nel terzo set abbiamo mollato e nel quarto è stato faticoso riprendere il ritmo giusto. Questa gara ci ha dato la possibilità di capire meglio le nostre caratteristiche e dove dobbiamo lavorare: abbiamo una settimana di tempo per preparare la gara con Perugia ed essere cariche al massimo”.

E’Più Pomì Casalmaggiore-Banca Valsabbina Brescia 3-1 (25-22, 20-25, 25-16, 25-18)

E’Più Pomì Casalmaggiore:  Popovic 12, Stufi 12, Camera, Vukasovic 1,  Spirito (L), Maggipinto (L), Bosetti 9, Ščuka, Carcaces 17, Antonijević 1, Cuttino 15 Non entrate: Fiesoli, Veglia. All.: Gaspari.

Banca Valsabbina Brescia: Degradi 11,  Bechis 3, Rivero 4, Veltman 12, Speech 12, Saccomani,  Mingardi 15, Parlangeli (L), Biganzoli, Mazzoleni, Segura 3. Non entrate: Bridi, Fiocco. All.: Mazzola.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome