Milleproroghe, leghisti bresciani all’attacco: il Governo non decide nulla

Lo dichiarano in una nota congiunta i deputati bresciani della Lega: Simona Bordonali, Giuseppe Donina, Paolo Formentini, Eva Lorenzoni, Raffaele Volpi

0
Assessore alla Protezione Civile di Regione Lombardia
Simona Bordonali, Lega

“Più che Milleproroghe, dovremmo chiamarlo decreto ‘Millepause’. Tra mille interruzioni e rinvii, in commissione abbiamo assistito al paradosso di opposizioni schiacciate dall’ostruzionismo di una maggioranza che non trova accordo su nulla. A tal punto da litigare con il suo stesso governo, rischiando di andare addirittura sotto nella votazione dell’emendamento dei renziani sulla prescrizione. Quando c’era da decidere, il Governo o si è spaccato o ha deciso di non decidere. No, dunque, alla fiducia a questo governo capace solo di inserire nel decreto Milleproroghe tante misure microsettoriali invece di programmare interventi strutturali. C’è una crisi economica, iniziata a fine 2019 e che nel 2020 si aggraverà a causa degli effetti economici del Coronavirus, ma questo governo preferisce girarsi dall’altra parte. Il Paese e il popolo italiano hanno bisogno di persone capaci, in grado di affrontare i problemi e di risolverli: non di nasconderli sotto il tappeto”.

Lo dichiarano in una nota congiunta i deputati bresciani della Lega: Simona Bordonali, Giuseppe Donina, Paolo Formentini, Eva Lorenzoni, Raffaele Volpi.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome