⚠️ Coronavirus: la responsabilità (anche) dei lettori di non fermarsi ai titoli

Anche i lettori, a nostro avviso, sono chiamati in queste ore a un impegno maggiore, per evitare il diffondersi di bufale e di voci che non hanno fondamento

1
Avviso, foto da Pixabay

Il Coronavirus è un problema che le autorità stanno affrontando, ma non c’è una situazione d’allarme: l’epidemia è sotto controllo e i rischi in caso di contagio sono di poco superiori a quelli di una normale influenza. E’ dunque sbagliato, oltre che controproducente per tutti, farsi prendere dal panico: è questo oggi il principale rischio per la salute e l’economia.

In questa situazione, però, sia i media sia i lettori sia gli utenti dei social sono chiamati a un impegno maggiore. Da parte nostra – è nostro dovere – avvertiamo tutta la responsabilità (il peso) di fare un’informazione corretta e completa, che indichi chiaramente lo stato la situazione e le fonti, pur evidenziando che la concitazione del momento – con il susseguirsi continuo di aggiornamenti da verificare – non facilita questa missione. Sbagliare, in tale contesto, è purtroppo più facile, soprattuto per noi che siamo una piccola realtà editoriale indipendente, ma ci stiamo impegnando concretamente per farlo il meno possibile.

Ma anche i lettori (i nostri come quelli di tutti gli altri giornali), a nostro avviso, sono chiamati in queste ore a un impegno maggiore, per evitare il diffondersi di bufale e di voci che non hanno fondamento (come quelle che hanno portato molti a prendere d’assalto i supermercati).

Buona regola è non condividere “notizie” o pareri se non hanno fonte certa e riconoscibile. Inoltre – lo ricordiamo – è essenziale non fermarsi mai ai titoli. I titoli sono – per forza di cose – rappresentano un’estrema sintesi del contenuto: in una decina di parole è impossibile condensare tutta la notizia e fornire dunque un quadro complleto. Non bastano per farsi un’idea chiara e completa della situazione. Ecco perché – per evitare di diffondere false credenze e panico – è responsabilità dei lettori, tanto più oggi, cliccare sui link e leggere la notizia completa (oppure leggere l’intero articolo, se parliamo di quotidiani cartacei) prima di esperimere il proprio parere, anche sui social.

A questo aggiungiamo una regola altrettanto basilare: se volete esprimere la vostra opinione sui nostri spazi, qui o su Facebook, potete farlo liberamente e non sarete mai censurati anche se esprimete opinioni che non condividiamo. Ma è obbligatorio per noi farlo in maniera educata, non volgare, non razzista e non offensiva, rispettando gli altri e la legge e non diffondendo false informazioni: gli utenti che non rispetteranno tale avvertimento saranno bloccati.

Noi cercheremo di fare la nostra parte al meglio (e vi chiediamo scusa di eventuali errori), a voi chiediamo lo stesso. Grazie.

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

INFORMAZIONI UTILI SUL CORONAVIRUS

MUSEI, CINEMA E SCUOLE CHIUSE: ECCO L’ORDINANZA

112 IN DIFFICOLTA’: NON CHIAMATE PER CHIEDERE INFORMAZIONI

CORONAVIRUS, LA REGIONE: NON PRENDETE D’ASSALTO I SUPERMERCATI

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS

QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome