⚠️ CORONAVIRUS, facciamo chiarezza: chi sono i soggetti a rischio?

Chi sono i soggetti più a rischio di morte a causa del Coronavirus? In questo articolo proviamo a dare una risposta al quesito partendo da dati ufficiali

55
Coronavirus, foto generica da Pixabay

Il uccide più di una normale influenza, anche se i nostri dati sono sostanzialmente in linea con quelli cinesi (e qui vi spieghiamo perché). Uno dei motivi è che il virus uccide soprattutto gli anziani e la popolazione italiana è più vecchia di altre, con tutto ciò che ne consegue nel tasso di diffusione di gravi malattie croniche.

Secondo quanto spiega l’Istituto Superiore di Sanità sul suo sito ufficiale, infatti, “le persone anziane e quelle con condizioni mediche preesistenti sembrano essere soggette a manifestazioni cliniche più gravi a seguito di infezione da nuovo coronavirus SARS-CoV-2”. “Tuttavia – precisa sempre Iss – possono essere infettate dal virus (e contrarre malattie) persone di tutte le età”.

Ma chi sono i soggetti più a rischio di decesso per Coronavirus? Di seguito proviamo a dare una risposta al quesito partendo da dati ufficiali.

CORONAVIRUS, SOGGETTI A RISCHIO: INDAGINE ISS SUI DECESSI

L’Istituto Superiore di sanità ha preso in considerazine 2.000 casi di decesso per Coronavirus in Italia. Mediamente i giorni che passano dall’insorgenza dei primi sintomi al decesso sono otto. Inoltre la stragrane maggioranza dei deceduti (e la totalità dei giovani) aveva gravi patologie pregresse. Di seguito vediamo di approfondire l’argomento con alcuni numeri.

MORTI: DUE SU TRE SONO ANZIANI MASCHI OVER 80

Dai dati emergono due evidenze importanti sui decessi: gli uomini sono molto più colpiti delle donne (601 contro 1.402) e l’età media  dei deceduti è superiore agli 80 anni (83,7 anni per le donne e 79,5 per gli uomini, 80,5 in media), contro un’età media dei malati ddi 63 anni. Sono solo 17 i morti con un’età inferiore ai 50 anni, di cui 5 avevano meno di 40 anni ed erano maschi tra i 31 e i 39 anni: tutti avevano gravi patologie pregresse.

LE COMPLICANZE PIU’ DIFFUSE

Il decesso avviene ovviamente per complicanze derivanti dal virus: nella quasi totalità dei casi (97,2%) si tratta di insufficienza respiratoria. Ma in oltre uno su quattro (27,8%) la causa è il danno renale acuto. Seguono danno cardiologico (10,8%) e sovrainfezione (10,2%).

CORONAVIRUS, SOGGETTI A RISCHIO: CARDIOPATICI E IPERTESI

La comorbidità (cioè la presenza di Coronavirus unita ad altre patologie) è uno degli elementi ricorrenti nei decessi. Nei morti italiani quasi tre quarti del totale dei morti (74,6%) era iperteso e un dato simile è quello dei cardiopatici (70,4%).

Cuore e problemi respiratori, insomma, sembrano andare purtroppo a braccetto. Anche per questo altri fattori di rischio, difficilmente misurabili, sono legati al fumo, alle apnee notturne e all’obesità. Tutti elementi tra loro collegati.

MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, LA GUIDA

🔴 MASCHERINE, QUALI SONO UTILI CONTRO IL CORONAVIRUS

🔴 MASCHERINE, APPROFONDIMENTO SU DPI FFP2 E FFP3

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, I CONSIGLI DELL’ESPERTO

🔴 MASCHERINE, GUANTI E IGIENIZZANTI MANI: COME SI USANO

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, TUTTA LA LOMBARDIA E’ ZONA ROSSA FINO AL 3 APRILE: DIVIETI

🔴 CORONAVIRUS, CHI PUO’ CIRCOLARE E CHI NO IN LOMBARDIA

🔴 CORONAVIRUS, COSA RISCHIA CHI CIRCOLA SENZA VALIDI MOTIVI (PARERE DELL’AVVOCATO)

🔴 CORONAVIRUS, SCARICA IL NUOVO MODULO PER L’AUTOCERTIFICAZIONE

🔴 CORONAVIRUS: SCUOLE CHIUSE FINO AL 15 MARZO

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO

🔴 112 IN DIFFICOLTA’: NON CHIAMATE PER CHIEDERE INFORMAZIONI

🔴 DICIAMO GRAZIE A MEDICI E INFERMIERI BRESCIANI

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS

🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

Ultimo aggiornamento il 6 Aprile 2020 17:24

Comments

comments

55 Commenti

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome