Lutto in Provincia e nel sindacato: si è spenta Ida Guarriello, aveva solo 60 anni

La Provincia di Brescia e la CGIL perdono e piangono una collega e una sindacalista preziosa, stimata e da tutti apprezzata, una donna tenace, che ha affrontato con coraggio anche la malattia

0
Ida Guarriello, foto Provincia Brescia

Si è spenta oggi, domenica 22 marzo – a soli sessant’anni –  Ida Guarriello, dipendente della Provincia di Brescia e  storica rappresentante sindacale.

Il presidente della Provincia di Brescia, il segretario Generale, i Consiglieri provinciali e tutti i dipendenti – si legge in una nota – “si uniscono al dolore del marito Ferruccio e dei familiari per la prematura scomparsa della cara Ida, che si è sempre impegnata con passione negli Uffici dell’Avvocatura e in rappresentanza della RSU, portando avanti con determinazione le istanze di tanti colleghi, che in lei hanno sempre trovato in questi lunghi anni un punto di riferimento. La Provincia di Brescia e la CGIL perdono e piangono una collega e una sindacalista preziosa, stimata e da tutti apprezzata, una donna tenace, che ha affrontato con coraggio anche la malattia, combattendola fino  a quando le forze glielo hanno consentito”.

Di seguito il messaggio dell’Avvocatura:

“E’ mancata ,  in questi giorni drammatici ,  la nostra carissima Ida Guarriello collega e amica, in servizio presso l’Avvocatura della Provincia di Brescia, che lei stessa aveva contribuito ad insediare nel 1994, con l’entusiasmo e la determinazione, che hanno sempre contraddistinto il suo impegno nel lavoro e nella vita familiare.

Con la stessa determinazione Ida aveva affrontato anche la malattia, tornando sempre  con noi appena le era possibile, continuando a dividersi tra casa e ufficio, senza risparmiare energia e senza mai delegare nemmeno una volta le attenzioni e le cure necessarie per l’amato fratello Alfonso e l’anziana madre.Ida era una sicurezza per tutti, Ida c’era anche quando era a casa e riusciva sempre a togliere d’impaccio con qualche adempimento inusuale o innovativo  negli uffici giudiziari  o quando solo la sua memoria granitica scuoteva dall’archivio il solito fascicolo che serve e non si trova mai al momento giusto.

Anche i giovani tirocinanti che hanno fatto pratica legale  la ricordano per la disponibilità e il tempo che sapeva loro dedicare  alla ricerca di udienze, notifiche  e cancellieri.

Non vogliamo infine dimenticare il suo impegno nella vita civile e nel sindacato ove, per lunghi anni, ha dedicato risorse ed energie all’interno  della RSU provinciale.

Un pensiero al compagno di tutta la vita che ha affrontato  gli ultimi difficili giorni  solo, con lei, nel mondo che si è fermato fuori della porta e che ci ha impedito di abbracciarla per l’ultima volta .

Sarà difficile lunedì tornare in Broletto   e sarà ingannevole  pensare che siamo lontani perché  il telelavoro da coronavirus ci ha tutti allontanati da qualche settimana. Buon Viaggio Ida.

Magda, Gisella, Raffaella,Monica, Sara, Katiuscia”.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome